La dieta chetogenica, con il suo focus sulla riduzione dei carboidrati e l’incremento dei grassi, promette di trasformare il modo in cui il tuo corpo produce energia, favorendo la perdita di peso e migliorando la salute generale attraverso il meccanismo della chetosi.

Ma cosa significa esattamente seguire questa dieta? E quali sono i passi fondamentali per iniziare?

Scopriamolo insieme, con un concreto esempio di dieta chetogenica, nel quale esploreremo i principi base di questo regime e parleremo di come sia possibile adattarlo alle proprie esigenze individuali.

Come iniziare con la chetogenica

Al cuore di questa strategia alimentare c’è l’obiettivo di raggiungere la chetosi nutrizionale, uno stato metabolico nel quale, grazie alla riduzione dell’assunzione di carboidrati (che sono limitati a circa 20), si induce il il corpo a cercare un’altra fonte di energia, portandolo a bruciare i grassi accumulati e a produrre chetoni.

Ma nella pratica, attraverso quali scelte di alimenti si dovrebbe ottenere questo risultato?

Per spiegartelo nel concreto, ho creato un esempio di dieta chetogenica.

Leggilo e poi lo discuteremo nel seguito dell’articolo.

Esempio di dieta chetogenica per una settimana

Con questo esempio di dieta chetogenica voglio mostrarti che adottare questa alimentazione non significa rinunciare alla varietà e al gusto.

Nel protocollo che utilizzo con i miei pazienti, per esempio, è sempre protagonista cibo vero e di qualità, ovvero quello che il nostro corpo ha mangiato con soddisfazione per 400 mila anni: carne, pesce, uova, verdure. (Su questo articolo puoi vedere una lista completa su quali sono gli alimenti chetogenici). 

Puoi cucinare questi alimenti in maniera molto semplice, se tendi ad essere di fretta e a non sentire la necessità di piatti elaborati.

Ma puoi anche sbizzarrirti in ricette particolari e diverse, se ti piace cucinare e hai tempo per farlo.

Di seguito, troverai un esempio di menu chetogenico per una settimana, progettato per offrire un equilibrio tra grassi salutari, proteine di qualità e verdure a basso contenuto di carboidrati.

Per soddisfare diverse preferenze alimentari, ho incluso – dopo l’esempio di dieta chetogenica – alcune variazioni basate su carne, pesce e opzioni vegetariane.

Lunedì

  • Colazione: Uova strapazzate con spinaci e funghi saltati in olio di oliva.
  • Pranzo: Insalata di pollo con avocado, olive e un filo d’olio extravergine d’oliva.
  • Cena: Bistecca alla griglia con insalata verde e vinaigrette al limone.

Martedì

  • Colazione: Frullato di avocado con latte di cocco
  • Pranzo: Insalata di tonno con cetrioli, sedano e maionese fatta in casa.
  • Cena: Salmone al forno con asparagi avvolti in prosciutto crudo.

Mercoledì

  • Colazione: Omelette con pomodori, basilico e mozzarella fresca.
  • Pranzo: Insalata greca con feta, pomodori, cetrioli e olive (senza cipolla per mantenere i carboidrati al minimo).
  • Cena: Polpette di carne al sugo con spinaci

Giovedì

  • Colazione: Yogurt greco intero con noci
  • Pranzo: Insalata di rucola + avocado ripieno di insalata di tonno e maionese.
  • Cena: Arrosto di maiale con cavolfiore arrosto e salsa chimichurri.

Venerdì

  • Colazione: Uova in camicia su letto di spinaci saltati.
  • Pranzo: Zuppa di pesce con verdure a basso contenuto di carboidrati.
  • Cena: Hamburger senza pane con insalata di lato, pomodoro, cetriolo e cipolla.

Sabato

  • Colazione: Pancake di farina di mandorle serviti con burro
  • Pranzo: Insalata caprese (mozzarella, pomodoro, basilico) con olio extravergine d’oliva.
  • Cena: Pollo arrosto con erbe aromatiche e verdure grigliate miste.

Domenica

  • Colazione: Smoothie verde con spinaci, avocado, cetriolo, lime
  • Pranzo: Carpaccio di manzo con rucola e scaglie di parmigiano.
  • Cena: Branzino al forno con finocchi e olive.

Variazioni del menu di esempio di dieta chetogenica.

Questo esempio di dieta chetogenica è pensato per chi desidera seguire la keto mantenendo un’alimentazione basata su cibi veri e naturali, senza preferenze specifiche per questo o quell’alimento keto.

Di seguito, invece, alcuni consigli per variare in base alle proprie preferenze alimentari.

  • Per gli amanti della carne: Potete sostituire il pesce o i piatti vegetariani con alternative di carne, come pollo, coniglio, tacchino o manzo, limitando però gli insaccati
  • Per gli amanti del pesce: Scegliete soprattutto varietà grasse come salmone, sgombro o trota, che sono ricche di omega-3 e adatte alla dieta chetogenica. Se mangiate pesci magri come merluzzo, orata e affini, conditeli con abbondante olio di oliva per non far mancare grassi salutari nel vostro menù chetogenico.
  • Opzione vegetariana: Concentratevi su fonti di proteine vegetali come tofu e tempeh, abbinate a grassi salutari come avocado, noci e semi, oltre a una varietà di verdure a basso contenuto di carboidrati. Se necessario, aggiungete integratori di proteine chetogenici, per sostituire i legumi. Attenti alle etichette: i prodotti vegetariani confezionati possono avere un contenuto di carboidrati molto variabile: assicuratevi di comprare prodotti davvero compatibili con una dieta chetogenica.

Un momento …. E i prodotti cheto? Come mai non li ho usati nell’esempio di dieta chetogenica appena visto?

Perché nel mio esempio di dieta chetogenica non ci sono prodotti cheto?

Nel percorso verso la chetosi, è fondamentale dare priorità a cibi veri e nutrienti.

Sebbene il mercato sia inondato di prodotti etichettati come “compatibili con la dieta chetogenica”, molti di questi alimenti industriali sono ricchi di additivi e poveri di nutrienti essenziali.

Inoltre, possono perpetuare, in chi li mangia, dannosi meccanismi di eccesso e dipendenza nei confronti del cibo. Gli stessi che li hanno fatti ingrassare prima di fare la cheto.

Puoi approfondire su questo articolo tutte le magagne dei prodotti chetogenici. 

Ricorda che iniziare con la dieta chetogenica significa fare – nei confronti del cibo – scelte consapevoli che vanno oltre il semplice conteggio dei carboidrati.

Per questo, come forse avrai notato, nel mio esempio di dieta chetogenica non ci sono indicate quantità e calorie.

La ragione è che, se scegli i cibi giusti, non c’è affatto bisogno di farlo perché dimagrirai in maniera naturale, perché recupererai il tuo senso di fame e sazietà.

Per approfondire cosa mangiare in una dieta chetogenica, puoi andare a questo articolo. 

Consigli per la Preparazione dei Pasti

Come abbiamo visto in questo esempio di dieta chetogenica, la maggior parte degli alimenti che si consumano sono freschi e non confezionati.

Ecco allora che si pone una questione importante: di pasta, crackers, biscotti e grissini puoi metterne nella dispensa quanti ne vuoi e mangiarli per mesi, mentre per molti alimenti chetogenici questo non è possibile, a meno di non disporre di un congelatore gigante.

Questo di per sé è un bene: un cibo confezionato che può essere conservato per mesi o anni in una dispensa, difficilmente può essere sano, non credi?

Però è chiaro che per far funzionare la dieta chetogenica è importante organizzarsi e pianificare in anticipo tanto la spesa come la preparazione dei cibi.

Questo ti aiuterà non solo a mantenere la tua dieta chetogenica varia ed piena di nutrienti, ma faciliterà anche la gestione del tuo tempo e ridurrà le tentazioni di deviare verso scelte meno salutari.

Vuoi provare la dieta chetogenica? Un esempio non basta

Quello che abbiamo visto oggi è solo un esempio di dieta chetogenica.

Gli alimenti a disposizione in questo regime alimentare sono in realtà tantissimi, così come le possibili ricette (qui, per esempio, trovi un esempio di 30 ricette diverse per la colazione).

Se stati pensando di farla, sarà necessario personalizzare tutte queste possibili scelte alimentari sulla base delle tue esigenze di dimagrimeno, della tua condizione clinica e dei tuoi gusti.

Per questo, se vuoi fare le cose bene, ti consiglio di non fare il fai da te, ma di affidarti a un professionista esperto di chetogenica.

Un saluto e a presto!

Scarica gratuitamente il primo capitolo di

Carbo Loop

ed entra nella nostra community!

L'autore dell'articolo è il Dott. Pietro Mignano

Farmacista e biologo nutrizionista
Iscrizione Albo N AA_079756
Docente di Nutrizione Umana ed Endocrinologia presso la Scuola di Osteopatia Chinesis IFOP a Roma
Esperto di dieta chetogenica, ha perfezionato la sua preparazione negli Stati Uniti con il Prof. Eric Westman della Duke Univeristy.
E’ autore del manuale bestseller “Dieta Chetogenica per Pigri”
È coautore di “Carbo – Loop. Come spezzare il circolo vizioso che ci porta ad essere grassi, stanchi e sempre affamati”.

Leggi altro...



>